Backup di WordPress: Così essenziale e spesso dimenticato

backup di wordpress

Non vi siete mai trovati in una situazione in cui il vostro sito web ha smesso di funzionare e avete pensato: "Vorrei aver fatto un backup"? Purtroppo, molte persone dimenticano di effettuare i backup nel loro uso quotidiano e, a un certo punto, si pentono fortemente di questo errore. Perché correggere un errore inutile senza un backup può richiedere giorni. Questo articolo vi mostrerà quali strutture di WordPress necessitano di un backup e come questo possa essere effettuato in diversi modi.

Ci sono alcune situazioni in cui può essere necessario un backup. Queste situazioni hanno tutte una cosa in comune: sono fastidiose quando si verificano. Poiché il motivo per cui è necessario un backup è di solito sufficiente a stressarvi, farete un favore ai vostri nervi se almeno il ripristino viene effettuato. Soprattutto se sono state sfruttate delle falle di sicurezza, di solito è necessario un backup.

I backup possono essere completi, incrementali o differenziali. I backup completi non tengono conto di modifiche specifiche; viene eseguito il backup di tutti i dati. I backup graduali verificano quali modifiche sono state apportate dall'ultimo backup incrementale. Infine, i backup differenziali eseguono il backup di tutte le modifiche apportate dal precedente backup completo.

È possibile archiviare i backup di WordPress in locale, sul server web o all'esterno. Esistono diversi modi pratici per eseguire i backup di WordPress. Quello ideale per voi dipende principalmente dal vostro progetto e dalle circostanze.

Backup manuale di WordPress

Per eseguire un backup manuale, copiare tutti i file e incollarli in una cartella del PC. Data la natura di un backup manuale, si consiglia di eseguire solo un backup completo, perché altrimenti si dovrebbero cercare e salvare manualmente tutti i file modificati. Tuttavia, su Internet è possibile trovare rapidamente alcuni programmi che possono semplificare questa operazione.

Un backup manuale è utile se si sviluppa solo in locale o senza connessione a Internet.

1 Eseguire il backup del file system.

Innanzitutto, è necessario l'accesso FTP se si desidera eseguire un backup manuale su un server Web. Il protocollo FTP (File Transfer Protocol) consente di accedere al file system del server Web. Quindi, si esegue la stessa procedura descritta sopra, ma si copiano i file sul server web in un'altra cartella. È consigliabile scaricare i file e archiviarli su un disco rigido esterno per proteggerli da eventuali guasti al server.

Copiate la cartella dalla vostra installazione di WordPress e salvatela altrove. Per garantire che i vostri backup siano facilmente reperibili, dovreste nominare la cartella di conseguenza e includere la data nel nome. Un ottimo esempio è Backup1_14dicembre2022.

2 Eseguire il backup del database

È inoltre essenziale eseguire il backup del database, poiché è qui che vengono memorizzati elementi come le voci e i commenti del blog. È possibile eseguire il backup attraverso phpMyAdmin tramite l'esportazione. Per farlo, occorre accedere all'amministrazione del database (di solito si usa phpMyAdmin). Purtroppo le credenziali di accesso vengono spesso dimenticate. Se questo vi interessa, dovete accedere al file wp-config.php. Lo troverete nella directory della vostra installazione di WordPress, a cui potete accedere tramite FTP. Quindi, cercate le impostazioni di MySQL: qui dovreste vedere il nome utente e la password da utilizzare per accedere a phpMyAdmin.

Per eseguire il backup del database, esportate il database di WordPress. Questo creerà un file .sql. Salvare questo file nella stessa cartella dell'installazione di WordPress.

La cartella di backup dell'installazione di WordPress e il file .sql si combinano per formare un backup completo di WordPress.

Backup di WordPress tramite un plugin

Esistono diversi plugin popolari per gestire i backup di WordPress. Il vantaggio dei plugin è che si devono configurare una sola volta e i backup futuri sono facili. Lo svantaggio è che questa configurazione può essere molto dettagliata e richiedere molto tempo. D'altra parte, anche i plugin comportano sempre un po' di lavoro amministrativo, ad esempio quando sono necessari gli aggiornamenti. Inoltre, richiedono spazio di archiviazione e possono compromettere la sicurezza. Di seguito, vi presenterò brevemente tre popolari plugin di backup per WordPress.

UpdraftPlus

UpdraftPlus è uno dei plugin più utilizzati per i backup di WordPress, essendo stato installato su oltre 3 milioni di siti web e avendo le recensioni più positive tra i plugin di backup di WordPress. UpdraftPlus può essere molto facile da usare e ha molte funzioni.

BlogVault

BlogVault ha oltre 400.000 installazioni attive. La differenza con gli altri plugin è che qui vengono eseguiti backup incrementali. Come spiegato in precedenza, un backup incrementale è un tipo di backup in cui le modifiche vengono confrontate con la versione precedente e vengono salvate solo quelle. I backup vengono archiviati in un cloud. Il plugin dispone di una modalità di staging integrata e pubblicizza un'elevata affidabilità.

BackWPup

BackWPup archivia i backup come file ZIP presso un fornitore di servizi esterno.

Ci sono oltre 700.000 siti web con un'installazione attiva di BackWPUp. Una caratteristica unica del plugin è il supporto di WordPress multisito.

Conclusione

Il backup è di solito un'operazione che può essere eseguita rapidamente e fa parte di una pianificazione sensata e lungimirante.

Scritto da
Arnelio

Scriviamo plugin per siti web su piattaforma WordPress. Elaboriamo costantemente nuovi concetti, li prototipiamo e li testiamo.


0 0 voti
Totale
Iscriviti
Notificami
ospite
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti